Comunicato stampa n°8

Lanier e D’Herin vincono la regolarità sport La Grande Corsa

E’ una Lancia Fulvia a vincere la terza edizione della regolarità sport chierese.
Sul podio anche Ferrari – Lumello e Maiolo – Paracchini

Immagine realizzata da Angelo Gaidano

Chieri (TO), 5 novembre 2018 – Terzi lo scorso anno e trai favoriti dell’edizione 2018, Luigi Lanier e Diego D’Herin si sono aggiudicati con la Lancia Fulvia HF 1.6, la gara di regolarità La Grande Corsa, svoltasi al seguito del rally storico organizzato a Chieri dall’Associazione Amici di Nino in collaborazione col Club della Ruggine.
La competizione alla quale hanno preso il via tutti i ventuno equipaggi iscritti, si è giocata su otto delle nove prove di precisione: per una errata sincronizzazione di un cronometro, la quarta è stata infatti annullata dalla Direzione Gara.
La gara si apre con l’exploit di De Faveri e Blotto che centrano il “netto” nel prologo del sabato pomeriggio che inizia a delineare l’andamento della sfida tra un quartetto di equipaggi.
Alla domenica, i futuri vincitori si portano subito al comando dopo il primo pressostato e grazie alla costanza nei successivi, difendono il primato arrivando al palco di Chieri totalizzando 42 penalità, 25 in meno dell’equipaggio formato da Gianluca Ferrari e Andrea Lumello secondi assoluti su Fiat 124 Sport. A completare il podio, la Renault Alpine A110 di Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini, abbonati al podio della Grande Corsa dopo esser saliti nel 2016 sul gradino più alto e lo scorso anno
sul secondo.
La classifica vede poi un gruppetto di equipaggi con distacchi di pochissimi punti, nel quale ci sono i quarti assoluti Massimo e Luca Becchia su Lancia Delta 4WD seguiti da Paolo Tonanzi e Manlio Rubiola quinti con la Fiat 127, da Massimiliano Fignani e Marco Gorini sesti su Talbot Sunbeam TI.
Vicinissimi anche i settimi classificati, David De Faveri e Marco Blotto su Peugeot 205 e gli ottavi che sono Alessandro Quaglio e Francesca Serra su Autobianchi A112; al nono posto l’Innocenti Mini Cooper di Flavio Vernetti e Valmir Kalaja e a chiudere la top ten troviamo Massimo e Matteo Migliore su Lancia Fulvia.
Hanno concluso la gara diciotto dei ventuno equipaggi partiti.

Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scarica il comunicato stampa

Comunicato stmapa n°7

“Lucky” e Pons vincono La Grande Corsa

Il duo veneto-piemontese si aggiudica con la Lancia Delta Integrale, la seconda
edizione del rally storico chieresese ben organizzato dall’associazione Amici di
Nino e gara di chiusura del TRZ, Memory Fornaca e Michelin Cup.
Salvini e Tagliaferri su Porsche 911 e Valliccio

Chieri (TO), 4 novembre 2018 – Dopo il repentino ritiro dello scorso anno, “Lucky” e Fabrizia Pons si prendono la rivincita e si aggiudicano con la Lancia Delta Integrale 16V Gruppo A la seconda edizione del rally storico La Grande Corsa, organizzato dall’associazione Amici di Nino in collaborazione con il Club della Ruggine.
Dopo nove prove speciali rese ancor più insidiose dal fondo viscido, il duo del Rally Club Team ha preso il comando nel prologo del sabato e, firmando otto prove sulle nove disputate, si è aggiudicato l’ultimo rally del Trofeo della Prima Zona precedendo di 43”7 la Porsche 911 RSR Gruppo 4 di Alberto Salvini e Davide Tagliaferri che bissano il risultato della scorsa edizione, primeggiando anche nel 2° Raggruppamento; oltre a quello del rally, per loro arriva anche il secondo posto nel Memory Fornaca.
Il podio viene completato dalla BMW M3 Gruppo A dei francesi Marc Valliccioni e Maria Josee Cardi, ottimi terzi assoluti e molto soddisfatti al traguardo.
Dopo il prologo con lo svolgimento della speciale di Rivalba, la seconda decisiva giornata inizia con una situazione meteo abbastanza stabile, caratterizzata da cielo coperto ma senza precipitazioni; permane comunque il fondo molto scivoloso in tutte le prove speciali, spesso a causa del fango.
Dopo il prologo del sabato, manca all’appello la BMW M3 di Chentre e Giovenale che dapprima sono stati rallentati in prova dalla fuoriuscita dell’olio motore e successivamente da noie al cambio che ne hanno decretato il prematuro ritiro.
“Lucky” sfrutta al meglio la trazione integrale della sua Lancia Delta e si aggiudica in rapida sequenza “Moncucco”, “Montafia” e “Cinaglio”incrementando di una ventina di secondi il vantaggio su Bertinotti che, staccato di 27”3, guida il quartetto degli inseguitori formato da Valliccioni, Salvini e Guagliardo nell’ordine, i quali si esibiscono in un’avvincente sfida che li vede racchiusi in soli 6”1. E’ però la quinta speciale “Monale” a proporre importanti novità: Bertinotti e Rondi si ritirano a causa di
un’uscita di strada, senza conseguenze ma in un punto in cui non è possibile rimettere in carreggiata la Porsche 911 giocandosi così la possibilità di vincere il TRZ; nel contempo Salvini rompe l”egemonia di “Lucky” e risale al posto d’onore prendendo un margine di 4”9 su Valliccioni che a sua volta controlla Guagliardo a 7”9. Al riordino di Chieri entrano poi, Montini quinto, e Negri sesto, entrambi con le Porsche 911 RS; Rimoldi è settimo con la 911 SC e provvisorio leader di 3° Raggruppamento
con soli 4”1 sull’Ascona di Nerobutto.
Tra le “due litri” si mettono in evidenza Magistro e Pastrone entrambi con le Opel Kadett Gt/e, separati da una quindicina di secondi e tallonati da un efficace Cazzaro, con Zanet alle note, addirittura tredicesimi con l’A112 Abarth, tallonati a loro volta dalla Fiat 128 Sport di Cravero e Ricca.
Nel 1° Raggruppamento la Porsche 911S di Parisi e D’Angelo comanda con largo margine sulla Lancia Fulvia di Pardi e Bianco.
Dopo il riordino e il parco assistenza, nel secondo passaggio sulle prove, “Lucky” realizza il filotto aggiudicandosele tutte; tra gli inseguitori si dilatano i distacchi e si consolidano le posizioni confermando quanto visto dopo il primo giro; Salvini e Tagliaferri bissano il risultato del 2017:
secondi con la Porsche 911 RSR e primi del 2° Raggruppamento, oltre che secondi assoluti nella classifica del Memory Fornaca dietro ai vincitori del rally, che già matematicamente prima della gara si erano imposti nel trofeo organizzato dall’Associazione Amici di Nino; per il duo toscano c’è stato un brivido nel corso dell’ottava prova quando si è rotto un ammortizzatore e grazie anche all’aiuto dell’assistenza della Pentacar, ha potuto proseguire ed arrivare al traguardo.
Al terzo posto si conferma l’equipaggio transalpino Valliccioni e Cardi, incisivi e spettacolari con la BMW M3 e subito dietro chiudono Guagliardo e Granata su Porsche 911, in versione Gruppo B. Alquinto posto un’altra Porsche 911, la RSR di Montini e Belfiore, che rivedono il traguardo in un rally storico dopo un lungo periodo d’assenza e precedono la vettura gemella di Negri e Coppa, i quali si trovano servita su un vassoio d’argento la vittoria assoluta nel Trofeo Rally della prima Zona, dopo il
ritiro di Bertinotti e Rondi con cui si stavano giocano il titolo. Dopo un avvincente testa a testa durato tutta la gara, Nerobutto e Cavagnetto primeggiano nel 3° Raggruppamento con l’Opel Ascona 400 con la quale hanno la meglio sulla Porsche 911 di Rimoldi e Casagrande; “MGM” e Torlasco, chiudono noni completando il podio del 3° e Magistro con Ancillotti chiude la top ten con l’Opel Kadett Gt/e risultando anche i più veloci tra le vetture “due litri”. Parisi e D’Angelo portano alla vittoria nel 1°
Raggruppamento la Porsche 911 S e degne di menzione sono le prestazioni di Cazzaro e Zanet, addirittura quattordicesimi assoluti con la piccola Autobianchi A112 Abarth con la quale si aggiudicano con merito la classe 2-1150 che vedeva al via ben tredici equipaggi.
La Michelin Historic Rally Cup assegna i premi a Nerobutto e Cavagnetto per il 3° Raggruppamento, a Cravero e Ricca su Fiat 128 Sport nel 2° e a Parisi e D’Angelo nel 1°. Il Team Bassano primeggia nella classifica delle Scuderie mentre il premio per la classifica femminile non viene assegnato essendosi ritirato l’equipaggio unico in gara, Bignardi e Zambiasi.
Hanno concluso il rally cinquantuno dei sessantacinque equipaggi partiti.

Immagine realizzata da Max Ponti

Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scarica il comunicato stampa

Comunicato stampa n° 6

“Lucky” svetta nel prologo della Grande Corsa

La “Rivalba” corsa nel pomeriggio, da una prima configurazione alle classifiche
del rally con la Delta del vicentino al comando.
De Faveri parte col “netto” nella regolarità

Chieri (TO), 3 novembre 2018 – Fondo viscido, fango e nebbia a banchi, hanno fatto da palcoscenico alla prima prova speciale de “La Grande Corsa” svoltasi nel pomeriggio effettuata da sessantasei equipaggi sui sessantanove iscritti; alle verifiche si sono infatti registrate le defezioni di Da Zanche (2), Astesana (28) e Rocchieri (35).
“Lucky” e Fabrizia Pons hanno staccato il miglior tempo con la Lancia Delta Integrale Gruppo A, staccando di 7”1 la Porsche 911 RSR di Marco Bertinotti e Andrea Rondi che hanno preceduto di mezzo secondo la BMW M3 di Marc Valliccioni e Maria Josee Cardi, molto efficaci nonostante una piccola divagazione fortunatamente senza conseguenze. Al quarto posto la Porsche 911 Gruppo B di Domenico Guagliardo e Francesco Granata a 8”1 seguiti dalla 911 RSR di Alberto Salvini e Davide
Tagliaferri che vanno a completare il quartetto degli inseguitori racchiuso in 2”6 dai battistrada.
Nel 3° Raggruppamento Roberto Rimoldi e Loretta Casagrande su Porsche 911 SC controllano Tiziano Nerobutto e Luigi Cavagnetto partiti guardinghi con l’Opel Ascona 400. Spicca il notevole crono realizzato da Paolo Rossi e Davide Aime, decimi assoluti con la piccola Opel Corsa GSI; in bella evidenza anche il diciassettesimo assoluto di Nicola Cazzaro e Marsha Zanet con l’Autobianchi A112 Abarth nell’affollata 2-1150.
Nella regolarità sport parte bene l’equipaggio Faveri e Blotto, grazie al passaggio netto realizzato con la Peugeot 205 Rally; al secondo posto la Fiat 124 Sport di Ferrari e Lumello con 2 penalità e terza l’Alpine Renault A110 di Maiolo e Paracchini con 4.
Domani la ripartenza dal riordino alle 8.01: in programma il doppio passaggio su Moncucco, Montafia, Cinaglio e Monale, inframezzato dal riordino e dal parco assistenza entrambi in Piazzale Quarini.

Immagine realizzata da Angelo Gaidano

Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scarica il comunicato stampa

Comunicato stampa n°5

La Grande Corsa: le prove e gli orari

Cinque le prove speciali, quattro da ripetersi alla domenica più il
passaggio unico sulla Rivalba al sabato.
Circa 70 chilometri cronometrati tra torinese ed astigiano.

Chieri (TO), 2 novembre 2018 – Tutto è pronto per la seconda edizione del rally storico e della gara di regolarità sport che avranno come palcoscenico le cinque prove speciali tracciate a cavallo delle province di Asti e Torino.
Di seguito assieme ad una breve descrizione, gli orari di transito delle vetture e della chiusura delle strade interessate con la raccomandazione al pubblico di evitare le zone pericolose, oltre a rispettare le indicazione dei commissari e delle forze dell’ordine

Immagine realizzata da G&P Foto

PS 1 RIVALBA “GAA” – Km 7,020. Passaggio unico sabato 3 novembre ore 16.05 Chiusura strade dalle 15 fino al passaggio ultima vettura.
Una cittadina storica anche dal punto di vista rallistico. Da decenni terra di una prova speciale entrata nel mito: la “Rivalba – Casalborgone”. La prova inizia in salita in un bella stretta strada con un buon fondo stradale. Dopo un dosso a destra inizia la discesa con la strada che diventa più stretta ed impegnativa per il fondo solitamente umido e coperto da foglie. Dopo una destra a fondo valle, la strada riprende a salire per 200 metri fino a raggiungere l’inversione della chiesetta nell’abitato di Rivalba. Dopo circa 500 metri,
troviamo una serie di curve larghe con un buon fondo stradale e di seguito il percorso diventa più tortuoso ma comunque veloce fino al bivio in direzione S. Dalmazzo. Termina dopo un chilometro di discesa piacevole ed abbastanza veloce.

PS 2 – 6 MONCUCCO “ATECH” – Km. 6,360. Primo passaggio domenica 4 novembre ore 9.00 – secondo passaggio ore 13.34 – Chiusura strade dalle 8 fino al passaggio ultima vettura e dalle 12.30 fino al passaggio ultima vettura.
La PS parte dal fondovalle in rettilineo per poi salire rapidamente fino ad un dosso impegnativo posto in una destra secca che chiude in discesa. Dopo 300 mt. incrocio ad angolo retto e la strada riprende a salire. Un saliscendi su una strada stretta ma veloce. Al chilometro 5,30 dopo un allungo si giungerà ad un incrocio e girerete a destra su una strada più larga e scorrevole con un buon fondo stradale fino a fine prova speciale posto sul confine del comune di Marentino.

PS 3 – 7 MONTAFIA “CAFFE’ VERGNANO” – Km 9,140. Primo passaggio domenica 4 novembre ore 9.44 – secondo passaggio ore 14.18 – Chiusura strade dalle 8.40 fino al passaggio ultima vettura e dalle 13.15 fino al passaggio ultima vettura.
La prova più lunga ed impegnativa della 5° Edizione della Grande Corsa. Partenza in salita con fondo stradale bello ed uniforme. Dopo 700 metri si trova strettoia fra le case con una curva stretta a destra e prosegue con un susseguirsi di rettilinei e curve. Molto guidabile finoal Km 2,61 dove si arriverà alla prima inversione a sinistra, molto larga. Si proseguirà su un lungo rettilineo dove si affronteranno due chicane al termine delle quali, si svolterà a destra con la strada stretta che riprenderà a salire per alcuni chilometri attraversando piccole borgate agricole fino al chilometro 7,36. A questo punto si incontrerà una curva impegnativa
a sinistra per poi proseguire per 1,8 chilometri in un tratto di strada veloce ed impegnativo.

PS 4 – 8 CINAGLIO “MARKING PRODUCTS” – Km 8,170. Primo passaggio domenica 4 novembre ore 10.43 – secondo passaggio ore 15.17 – Chiusura strade dalle 9.40 fino al passaggio ultima vettura e dalle 15.15 fino al passaggio ultima
vettura.
Una bella e tortuosa prova con un fondo stradale discreto. Partenza in leggera salita che affronta, dopo 600 metri, la prima inversione a sinistra nella direzione Centro Sportivo. Si snoda poi tra salite, discese in un susseguirsi di curve attraverso piccole borgate agricole. Al chilometro 1,86 ci sarà la seconda inversione in direzione Monale / Camerano Casasco e poi si prosegue con una strada stretta, veloce con un fondo leggermente sconnesso fino ad una curva insidiosa a sinistra a salire, in direzione montegrosso/ Monale. Dopo circa 1 chilometro tocca ad un’inversione a destra spezzare il ritmo e poi si prosegue per 1,5 chilometri fino a raggiungere un’altra insidiosa inversione a sinistra. Ancora circa un chilometro e mezzo
medio veloce prima di arrivare al fine prova speciale.

PS 5 – 9 MONALE “BORELLO SUPERMERCATI” – Km. 6,850. Primo passaggio domenica 4 novembre ore 11.19- secondo passaggio ore 15.53 – Chiusura strade dalle 10.15 fino al passaggio ultima vettura e dalle 14.50 fino al passaggio ultima vettura.
La PS 5, soprattutto nel secondo passaggio, potrebbe diventare la prova decisiva per chi lotterà per la classifica generale o per primeggiare nel proprio Raggruppamento o classe. Inizia in discesa dal comune di Maretto e dopo poche centinaia di metri caratterizzati da alcuni tornanti, si affronterà la collina in salita e si scollinerà dopo circa 1 chilometro. Proseguendo, la strada diventa stretta e in discesa,con un fondo un po’ sconnesso che richiede una guida attenta.
Al termine della discesa si raggiungerà il comune di Monale dove ad attender le vetture ci sarà da affrontare, all’altezza della Monalfungo, un’inversione a destra veloce che richiede attenzione seguita da un lungo rettilineo che porta ad una secca svolta a sinistra da dove la strada incomincia a salire con un fondo leggermente sconnesso. Il tratto finale è molto
guidabile ed impegnativo fino a fine prova.

Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scarica il comunicato stampa

Comunicato stampa n°4

La carica dei 101 alla Grande Corsa

Successo d’iscritti all’ultimo appuntamento del TRZ 1^ Zona con 69 equipaggi
che si sfideranno anche per il Memory Fornaca e la Michelin Rally Cup.
Notevole la presenza di equipaggi di spicco che rendono
difficile il pronostico per la vittoria assoluta nel rally.
21 nella sport e 11 nella “all stars” completano il successo dell’evento chierese

Immagine realizzata da G&P Foto

Chieri (TO), 1 novembre 2018 – Terminata la conta delle schede e compilati gli elenchi degliiscritti, c’è tanta soddisfazione per lo staff dell’Associazione Amici di Nino che, in collaborazione colClub della Ruggine, organizza l’edizione 2018 de “La Grande Corsa” con le formule del rally auto storiche, regolarità sport e “all stars”.
Centouno iscritti in totale sono un numero importante considerato anche il fatto che, nonostante lastagione stia volgendo al termine, il periodo propone comunque un calendario affollato di eventi dedicati alle storiche. Ben sessantanove sono state le adesioni al rally, un risultato notevole per una gara solo alla seconda edizione, che va a premiare il lavoro degli organizzatori; scorrendo l’elenco si può affermare senza dubbio che un tale parterre non si vedeva da molto tempo nelle gare nazionali e
si preannuncia una sfida che metterà di fronte diversi equipaggi plurititolati ad altri noti per le loro prestazioni velocistiche, rendendo il pronostico per il successo finale, alquanto complicato.
S’inizia coi Campioni Italiani 2018 “Lucky” e Fabrizia Pons con la Lancia Delta Integrale del 4° Raggruppamento e quelli del 2° Alberto Salvini e Davide Tagliaferri su Porsche 911 RSR Gruppo 4; proseguendo poi con le performanti Porsche 911 Gruppo B del vincitore dello scorso anno, Domenico Guagliardo, che sarà navigato da Francesco Granata e di Lucio Da Zanche con Daniele De Luis.
Questi dovranno però fare i conti anche con le BMW M3 di Marc Valliccioni e Maria Josee Cardi, oltre a quella di Elwis Chentre ed Elena Giovenale; non staranno di certo a guardare Davide Negri e Roberto Coppa anch’essi su Porsche 911 RSR, vettura che utilizzeranno anche Nicholas Montini e Romano Belfiore, oltre a Marco Bertinotti e Andrea Rondi. Promette scintille anche la sfida per la supremazia nel 3° Raggruppamento dove si incroceranno l’Opel Ascona 400 di Tiziano Nerobutto
con Luigi Cavagnetto e la Porsche 911 SC di Roberto Rimoldi e Loretta Casagrande.
Ma oltre che per la vittoria assoluta, e quelle dei Raggruppamenti, La Grande Corsa vivrà anche delle sfide per il Trofeo Rally della Prima Zona con Bertinotti, Negri e Da Zanche a giocarsi il tutto per tutto per l’assoluta; già assegnato il Memory Fornaca 2018 a “Lucky” e Pons che bissano la vittoria del 2017, la Serie organizzata da “Gli amici di Nino” vivrà sul rush finale per le posizioni del podio finale e i prestigiosi premi messi in palio, che vede coinvolti Da Zanche, Salvini, Bertinotti e Rimoldi. Giochi aperti per diverse classifiche anche nella Michelin Historic Rally Cup, iniziativa rivolta agli utilizzatori degli pneumatici della casa francese. Tra gli equipaggi iscritti, anche quello femminile formato da Isabella Bignardi e Lucia Zambiasi su Opel Kadett Gt/e e non passa inosservata l’affollata classe 1150 del 3° Raggruppamento con tredici equipaggi in lizza con le Fiat 127, Autobianchi A112 e Ford Fiesta.
Alla gara di regolarità sport giunta alla terza edizione, ono ventuno gli equipaggi iscritti a conferma che anche a Chieri il trend per questa tipologia di gare si conferma in ribasso dopo le variazioni regolamentari in vigore da quest’anno. Dopo il successo del 2016 e il secondo posto del 2017, Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini partono tra i favoriti con la Renault Alpine A110 e al podio punteranno anche Luigi Lanier e Diego D’Herin, terzi lo scorso anno con la Lancia Fulvia HF.Il terzo elenco iscritti è quello della “All Stars”, evento non competitivo riservato a vetture in configurazione gara costruite dopo il 1958: sono undici gli equipaggi che sfileranno dopo quelli della regolarità con l’unico scopo di godersi il percorso senza l’assillo dei cronometri proponendo al pubblico vetture prestigiose come avverrà grazie a Maurizio Stasia e Paolo Ferraris iscritti con una
rarissima MG Metro 6r4 Gruppo B.
Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it
Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scarica il comunicato stampa

Domanda d’iscrizione all’edizione 2018 e accredito stampa

Attenzione per la Regolarità è necessaria la Visita Medica per Attività Agonistica

Scarica la domanda-iscrizione-2018-all-star in versione PDF

Scarica la domanda d’iscrizione 2018 rally storico in versione PDF

Scarica la domanda d’iscrizione 2018 regolarità sport in versione PDF

Scarica la scheda equipaggiamento di sicurezza in versione PDF

Scarica RPG – 5° La Grande Corsa All Star in versione PDF

Scarica RPG – 5° La Grande Corsa Regolarità Sport in versione PDF

Scarica RPG – 5° LA Grande Corsa Rally AS

Scarica il modulo accredito stampa nel formato PDF

Per tutti gli altri documenti clicca qui

Comunicato stampa n°3

Novità nel percorso de “La Grande Corsa”

Pubblicato il tracciato con le cinque prove speciali che caratterizzeranno
la seconda edizione del rally storico di Chieri: notevole l’interesse
dimostrato dai piloti e dagli appassionati

immagine realizzata da G&P Foto
Immagine realizzata da G&P Foto

Chieri (TO), 17 ottobre 2018 – Mancano più di due settimane allo svolgimento de “La Grande Corsa”, ma il fermento che sta suscitando la manifestazione è notevole. Le iscrizioni hanno
cominciato ad arrivare sin dal primo giorno d’apertura e numerose sono le telefonate con richieste d’informazioni e le successive prenotazioni alberghiere.
Nel frattempo è stato svelato il percorso con la pubblicazione delle mappe e della tabella dei tempi e distanze che prevede lo svolgimento di una prova nel pomeriggio di sabato. Alla domenica, nella
seconda frazione di gara, le altre quattro in rapida sequenza che saranno ripetute dopo il riordino e il parco assistenza ospitati presso l’azienda Acquaterm. Nove prove speciali per una settantina scarsa di
chilometri cronometrati sui quali si sfideranno nell’ultimo decisivo appuntamento i contendenti del Trofeo Rally della prima Zona, quelli della Michelin Historic Rally Cup oltre a quelli del Memory
Fornaca organizzato sempre dall’Associazione Amici di Nino, la medesima che è al timone della gara in stretta collaborazione col Club della Ruggine. Sullo stesso percorso si ritroveranno anche gli
specialisti dei pressostati, impegnati nella gara di regolarità sport, oltre ai partecipanti alla non competitiva “all stars”. Un’altra delle novità proposte dagli organizzatori è quella delle particolari
locandine pubblicitarie sulle quali sono inseriti dei codici QR che, nei giorni imminenti la gara, saranno attivati e permetteranno di scaricare sugli smartphone le prove speciali in dettaglio e l’elenco
iscritti.
Non solo il percorso è cambiato eliminando la prova spettacolo in zona Fontaneto, ma anche la sede della direzione gara che sarà ospitata presso il Park Hotel in città, che ospiterà anche le operazioni
delle verifiche sportive mentre le tecniche si svolgeranno in Piazza Quarini.
Si ricorda agli interessati che il termine ultimo per inviare le domande d’iscrizione alla gara, sostenuta dai principali sponsor quali Borello Supermercati, Oreficeria Ciaudano, Caffè Vergnano, Martini &
Rossi, Marking Products, Atech, Concessionarie Spazio, è fissato per le ore 18 di lunedì 29 ottobre.

informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scarica il comunicato stampa

Comunicato stampa n°2

Aprono le iscrizioni a La Grande Corsa 2018

Entra nella fase decisiva la seconda edizione del rally storico di Chieri
organizzato dall’associazione Amici di Nino.
Sulle nove prove speciali gran finale per i protagonisti del TRZ, del
Memory Fornaca e della Michelin Historic Rally Cup

Chieri (TO), 2 ottobre 2018 – Dopo un gran mole di lavoro per definire programma e percorso,l’Associazione “Amici di Nino” e finalmente pronta per svelare tutte le novità de “La Grande Corsa
2018” che a seguito del buon riscontro dello scorso anno quando fece il grande passo diventando un rally storico, si ripropone forte delle validità acquisite per l’imminente edizione in programma sabato
3 e domenica 4 novembre 2018.
Oltre alla validità per il Memory Fornaca che avrà coefficiente 2, a Chieri si giocheranno anche le sorti del Trofeo Rally della prima Zona oltre che della prestigiosa Michelin Historic Rally Cup; ma sulle
prove tracciate tra le province di Asti e di Torino saranno presenti anche altri equipaggi locali che vorranno ben figurare sulle strade di casa; altrettanto vale per gli sfidanti della regolarità sport giunta
alla terza edizione.
Dalle 8.30 di giovedì 4 ottobre inizierà il periodo per l’invio delle iscrizioni il cui termine è fissato alle 18 di lunedì 29 ottobre prossimo. Il radar del percorso sarà distribuito domenica 28 ottobre dalle 10
alle presso l’Enoteca alla Stazione di Chieri e sempre nella stessa giornata sarà possibile effettuare le ricognizioni, fino alle 18.30; le medesime saranno effettuabili anche venerdì 2 novembre con lo
stesso orario.
Cambia la sede delle verifiche sportive che saranno ospitate presso il Park Hotel di Chieri, dalle 9 alle 13.30 di sabato 3 novembre mentre le tecniche si terranno dalle 9.30 alle 14 in Piazza Quarini.
Alle 15.30 dal centro città la partenza del prologo che prevede lo svolgimento della prova speciale “Rivalba” terminata la quale le vetture faranno ingresso nel parco chiuso in zona industriale a Chieri;
alle 8 di domenica 4 novembre la ripartenza per andare a disputare le quatto prove che nell’ordine saranno: “Moncucco”, “Montafia”, “Cinaglio” e “Monale”. Dopo la ripetizione dei tratti cronometrati,
l’arrivo previsto per le 16.45 dopo aver percorso 310,17 chilometri 68,06 dei quali di prove speciali. Sempre in centro città, subito dopo l’arrivo, si terrà la cerimonia delle premiazioni.
Oltre al rally storico, a seguire si svolgeranno su medesimo percorso la regolarità sport e la non competitiva “All stars” per le vetture in configurazione gara.

Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com

Scarica il comunicato stampa

Comunicato stampa n°1

A novembre torna “La Grande Corsa” 

In via di definizione i programmi della seconda edizione del rally storico
e terza della regolarità sport organizzata da “Amici di Nino”
Dal rally di Chieri usciranno i verdetti del T.R.Z. prima zona,
del Memory Fornaca e della Michelin Historic Rally Cup

Chieri (TO), 6 settembre 2018 – Mancano due mesi all’edizione 2018 de La Grande Corsa e l’Associazione Amici di Nino lavora senza sosta per definire gli ultimi dettagli del rally storico e dell’annessa gara di regolarità sport, oltre che per la non competitiva “all stars”, che si svolgeranno sabato 3 e domenica 4 novembre con quartier generale a Chieri.
Era il 2013 quando la manifestazione venne proposta come esibizione non competitiva nell’area industriale della cittadina torinese e, dopo il primo passo del 2016 quando divenne regolarità sport, lo scorso anno spiccò il salto di qualità diventando un rally storico; il lavoro è stato premiato dai riconoscimenti di Aci Sport acquisendo con la validità per il TRZ Trofeo Rally della prima zona assieme ai Rally Sanremo, 4 Regioni e Lana Storico, e dall’organizzatore della prestigiosa Michelin Historic Rally Cup che l’ha inserita nel calendario 2018. A queste validità si aggiunge quella del Memory Fornaca, Serie riconosciuta da Acisport, organizzata dalla medesima Associazione Amici di Nino.

Dopo numerosi incontri e riunioni, si sta definendo il programma della gara che si svolgerà, appunto, nel primo fine settimana di novembre con un programma di massima che prevede le verifiche nella mattinata di sabato 3 e la partenza della prima frazione di gara nel pomeriggio: due le prove previste e riordino notturno presso l’azienda PST Acquaterm in zona industriale a Chieri. Ripartenza di buon’ora domenica 4 per affrontare altre quattro prove speciali da ripetersi, in parte su strade utilizzate lo scorso anno, e altre completamente nuove sulle colline del Torinese, sconfinando nel Monferrato astigiano. Circa ottanta i chilometri cronometrati e si conferma che non verrà più effettuata la prova spettacolo di Fontaneto di Chieri.
Altre importanti conferme sono arrivate dai main sponsor Martini, Caffè Vergnano, Marking Products, Nuova Omir, Atech e Camst ai quali si sono aggiunti la Gioielleria Ciaudano e i Supermercati Borello.
Visto l’apprezzamento della prima edizione del rally storico e delle validità assegnate, è logico aspettarsi una buona affluenza di equipaggi che si giocheranno i vari Trofei, ma anche quelli che ambiranno a succedere nell’albo d’oro a Guagliardo e Frasson che vinserò lo scorso anno alla guida di una Porsche 911. La gara di regolarità sport fu invece appannaggio di Viganò e Giacobino su Autobianchi A112 Abarth.

Informazioni e documenti di gara al sito web www.lagrandecorsachieri.it

Ufficio Stampa La Grande Corsa
Andrea Zanovello – www.azetamedia.com